Due fondani a Parigi in 500. Non è una storiella, ma un’impresa! - itLatina

itLatina

ITINERARI STORIE

Due fondani a Parigi in 500. Non è una storiella, ma un’impresa!

Due fondani a Parigi in 500 - Parigini ma italiani di fondi

Due fondani a Parigi in 500, sembra il titolo di una commedia brillante o di una storiella divertente in cui c’è un italiano, un tedesco e un francese. Oppure visto il mezzo di trasporto in questione, sembra un film degli anni ’60 del ‘900, ma non è affatto così.

Due fondani a Parigi in 500

Ci sono imprese che hanno un retrogusto romantico e appassionante, che possono essere capitanate solo dagli italiani. Solo il popolo italiano ha abbastanza coraggio, passione, senso dell’avventura e cuore, per tentare imprese epiche. E allora c’è chi va in scooter nell’estremo nord Europa, e chi dal litorale pontino; raggiunge la capitale francese, con un mezzo di trasporto di quelli più romantici e ineguagliabili.

Due fondani a Parigi in 500- Città Di Fondi sullo fondo

Sto parlando di Guido Rinaldi e Gianluca Zannettino, di cui ancora si parla sui social. Si tratta di due ragazzi di Fondi, che consentitemi di dire, “hanno dato fondo” allo spirito goliardico. A dire il vero, la sceneggiatura di un ipotetico film sarebbe presto scritta, ma due italiani devono essere spinti da un buon motivo per osare tanto. I due buontemponi hanno inforcato la loro fiammante e tondeggiante 500 rossa e sono partiti alla volta di Parigi; soprattutto per onorare la memoria di un amico scomparso prematuramente.

Fiat 500 rossa

Qualcuno avrà alzato il sopracciglio, pensando che una piccola utilitaria nata una sessantina d’anni fa, non avrebbe retto. Mai sottovalutare le auto italiane e ora lo sanno anche i “Galli”. Il progetto era di consumare il nastro d’asfalto nero per circa1800 km. Le tappe prestabilite sono state La Spezia, Tolone, Lione e Parigi; con traguardo ai piedi della Tour Eiffel, magari passando, un bacio alla Gioconda da lontano, uno alla Marianna e alé!

Due fondani a Parigi in 500 - Foto Di Gruppo con il tricolore

Guido e Gianluca hanno creato anche una pagina instagram denominata “i_miei_viaggi_in_500_official”; per raccontare il viaggio come in un reportage; e in tanti hanno seguito l’avventura. I concittadini di Fondi, fieri e orgogliosi, non hanno smentito la proverbiale simpatia, lo spirito guascone e hanno partecipato in vari modi. Tifo, feste, incoraggiamenti; insomma, è stato un viaggio/reportage corale.  Nessuno ha mai avuto il dubbio che la “macchinina” avrebbe retto. Non ha i vetri elettrici, e non ha l’aria condizionata!

Città di Fondi

La piccola utilitaria familiare che ha fatto la storia d’Italia, macinando migliaia di chilometri, arrampicandosi e infilandosi nei vicoletti dei paesini; non poteva tradire il suo illustre passato e non ha intenzione di andare in pensione. Chi ha avuto qualche dubbio, si tolga il cappello e s’inchini davanti a quel motore e a quella carrozzeria tutta curve che ha fatto girare la testa a mezzo mondo. E poi vuoi mettere la soddisfazione di lasciare i francesi a bocca aperta?

Due fondani a Parigi in 500 - Fiat 500 in viaggio

La soddisfazione di far sventolare il sacro tricolore in terra francese; nel cuore di Parigi? E alla fine ci sono riusciti e avrebbero potuto fare una sfilata sotto l’arco di trionfo e per gli Champs Elysees. Alla fine hanno fatto sventolare il tricolore con su scritto in dialetto fondano “Sem d Funn” (“Siamo di Fondi”), fantastico!

Lutetia Parisiorum e Due fondani a Parigi in 500

Quindi Guido Rinaldi e Gianluca Zannettino hanno raccontato passo, passo la loro “missione” sui social, con foto e video goliardici; mentre un sacco di gente li seguiva tifando. L’auto che scivolava lungo la strada, sembrava più luccicante delle altre e forse non era solo un’impressione. La “signorina rossa”, se l’è tirata un po’, e diciamolo, può permetterselo. Non mi stupirei di sentire al Lingotto di Torino, qualcuno sospirare nostalgico. E alla fine anche la “Ville lumière” si è inchinata alla Fiat 500 rossa.

decorazioni artistiche - Capolavoro su 500
restauro di 500 Fiat

Anche i Galli non hanno lesinato selfie e scatti ai piedi della torre parigina, in un fuori programma di un normale sabato sera. C’era anche un adesivo sui finestrini dell’auto, un segno di riconoscimento; perché siamo italiani e dobbiamo distinguerci; un simpatico logo disegnato da Elsa e Sara Sposito per quest’avventura. “Due fondani a Parigi”; attendiamo la prossima avventura tutta da scrivere, forse in 600 a Londra?

Fonte foto – Facebook- Guido Rinaldi e Gianluca Zannettino

© Riproduzione riservata

Due fondani a Parigi in 500. Non è una storiella, ma un’impresa! ultima modifica: 2022-06-30T07:00:00+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Che bello!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x