Escursioni sul litorale Pontino, tra storia e mare cristallino - itLatina

itLatina

CICERONE COSA FARE

Escursioni sul litorale Pontino, tra storia e mare cristallino

Escursioni sul litorale Pontino - Montagna Spaccata a Gaeta

Escursioni sul litorale Pontino? Non vedevamo l’ora. Il Lazio ha delle coste fantastiche, non conosciute come quelle di altri luoghi d’Italia.

Escursioni sul litorale Pontino

Il litorale del basso Lazio, con le sue calette nascoste e tante grotte, vale la pena d’essere esplorato. Prendiamo ad esempio La Riviera di Ulisse; tra le foci del Garigliano e il promontorio del Circeo. Vi è una grande varietà di ambienti marini, con spiagge e suggestivi promontori. Belli anche i fondali dell’arcipelago delle isole Pontine, con Ponza, Zannone, Palmarola, Ventotene, Gavi e Santo Stefano.

Escursioni sul litorale Pontino  - Sperlonga con la torre in primo piano

Sono isole di origine vulcanica e con fondali trasparenti. La natura calcarea del territorio salta subito all’occhio per via delle antiche formazioni geologiche. Chi esplora e s’immerge, è attratto dalle grotte marine, sempre nel Parco Regionale della Riviera di Ulisse; raggiungibili sia tramite escursioni, sia con immersioni. I sentieri sono tanti, segnati e ci sono guide esperte. Si cammina e si nuota tra baie davvero incantevoli. Set cinematografico di tanti film, il Parco Nazionale del Circeo si estende per circa 80 chilometri quadrati.

Escursioni sul litorale Pontino e Il Parco Riviera di Ulisse

Qui, dal 1979 c’è la riserva naturale “Pantani dell’Inferno”. Molti turisti prediligono quest’area, scegliendo il Lazio per le vacanze. Nel Parco vi sono zone a cui si può accedere a piedi o in bici, sono essendo autorizzati. Si possono ammirare bellissime dune, laghi pontini e falesie. Questo è anche il paradiso dell’archeologia, infatti di recente, sono emersi resti di ben nove ominidi, celati da migliaia di anni.

ragazza che scende - La Grotta Del Turco a Gaeta

La fitta rete di sentieri costieri permette una conoscenza più approfondita della natura e delle evidenze geologiche del Parco. Bello addentrarsi nel Parco ed ammirare la natura incontaminata. Ad esempio da Sabaudia e San Felice Circeo, principiano numerosi sentieri segnalati che s’inoltrano attraverso boschi e lungo le coste. Coloro che amano la natura più incontaminata, potranno visitare l’isoletta di Zannone, completamente disabitata. Interamente collinare, culmina nei 194 metri del monte Pellegrino.

La montagna spaccata

Lungo la costa del Circeo, tra Torre Paola e Torre del Fico, si aprono oltre trenta grotte; non male. Da non perdere la Grotta di Tiberio, collegata ad una scomparsa villa. All’ingresso dell’antro, ancora oggi è possibile ammirare una grande vasca rettangolare; con un’isoletta centrale. Sembra che fosse una sala da pranzo estiva. La cavità e la villa sono a Sperlonga, a due passi dal paese.

Escursioni sul litorale Pontino - due ragazze che fanno Snorkeling

Accanto alla Grotta di Tiberio c’è un bellissimo museo archeologico, nel quale sono conservati frammenti dei reperti rinvenuti in zona. Perché non fare un salto alla Montagna Spaccata e della Grotta del Turco a Gaeta? Ci troviamo qui, in un luogo estremamente suggestivo e affascinante. Lungo le pareti rocciose il turista ammira le maioliche delle postazioni della Via Crucis, risalenti al 1849, attribuite a San Bernardino da Siena. La leggenda vuole che la Grotta del Turco si “svelò”, il giorno della deposizione di Cristo.

La grotta del Turco

Accadde quando il velo del tempio di Gerusalemme si squarciò. Lungo la scalinata c’è un’iscrizione latina e sopra un’impronta impressa nella roccia, che apparterrebbe a un marinaio turco miscredente. Camminando s’incontra un giaciglio di pietra, che avrebbe accolto San Filippo Neri in meditazione. La costa pontina gode di ben due strade parallele per fare escursioni.

Escursioni sul litorale Pontino - Sub che s'immerge nel mare Pontino

Una corre tra le dune fossili e l’altra invece s’inerpica a monte, raggiungendo l’apice del promontorio. Facendo escursioni, si tenga presente che migliaia di anni fa, le acque del Mediterraneo erano circa dieci metri più alte di oggi. Circondavano il Monte Circeo e hanno scavato le grotte litoranee che visitimo. Durante l’ultima glaciazione, calando il mare, cominciò le grotte diventarono rifugi e oggi, svelano millenni di storia.

Escursioni sul litorale Pontino, tra storia e mare cristallino ultima modifica: 2021-06-24T08:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Katherine Alexandra Giudice

Increíble 😍

Julieta B. Mollo

Bellissimo!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x