itLatina

pubbliredazionale ASSOCIAZIONI NATURA

Il fiume Cavata in canoa o a piedi nella meraviglia della natura

Il fiume Cavata in canoa - Fiume Cavatadall'alto
Articolo promozionale

Il fiume Cavata in canoa? Perché no! Nasce dai Monti Lepini e attraversa luoghi naturalistici fantastici, che in buona parte sono ancora incontaminati. Lo sapevate che qui si può andare davvero in canoa in tutta sicurezza?

Il fiume Cavata in canoa

Si può partire dalla foce, potendo osservare il borgo medievale di Sermoneta. Qui nascono, acque fantastiche, lambendo il Monumento Naturale Regionale “Acque sorgive di Monticchio”. C’è un pontile di legno, da cui si scivola attraverso un ramo del fiume, alimentato dalle sorgenti nel Bosco di Monticchio. Da lì si vede anche Norma, lassù, abbarbicata sui Monti Lepini.

Il fiume Cavata in canoa - Canoe lungo il fiume Cavata

Se vogliamo risalire, si arriva ad una piccola diga, fatta di alberi caduti. Si staglia lì un laghetto in cui ci si può bagnare. Qui c’era un antico porto fluviale. Prima di confluire nel canale Linea Pio VI, il Cavata appunto, forma questo un laghetto limpido e inaspettato. Poi solca boschi, e sembra incredibile, ma ci troviamo a due passi dai meravigliosi Giardini di Ninfa. Il fiume scorre tranquillo fino a giungere al Foro Appio, presso Sezze; poi si getta in uno dei relativamente moderni canali, scavati con la bonifica dell’Agro Pontino.

Il fiume cavata in canoa dai Monti Lepini

Come dicevamo, una bella idea è quella di vivere il fiume Cavata con la canoa. Per farlo, se non si è esperti, meglio rivolgersi all’associazione sportiva dilettantistica Fiume Cavata. In ogni caso, il fiume ha un letto piuttosto stretto e allungato. Si caratterizza con un corso e un defluire piuttosto lento, quindi può scenderlo in canoa anche a chi è neofita e meno esperto.

Il fiume Cavata in canoa - Uomini In Canoa in zona pontina

Anche i meno esperti possono avventurarsi, ma si consiglia di farsi accompagnare da chi conosce bene la zona, come guide qualificate. L’acqua è piuttosto fredda e leggermente sulfurea, una goduria! Se invece non amate la canoa, nessun problema, poiché un tratto del fiume  Cavata è percorribile a piedi per almeno 3 km.

Fiumi del Lazio

Si consiglia tuttavia di indossare un abbigliamento adeguato, con cappellino se il sole picchia, e scarpe consone a questo genere di attività. Non dimenticate uno o due pasti frugali e soprattutto l’acqua da bere. In estate non si disdegna l’idea di indossare il costume da bagno sotto gli abiti, poiché in alcuni punti come il laghetto, un tuffo è l’ideale. Non tutti sanno che in provincia di Latina ci sono dei luoghi così incontaminati; eppure sembra che ci stiano solo aspettando.

Il fiume Cavata in canoa - Uomo In Canoa Di Notte in solitaria

Cisterna di Latina

A due passi si può visitare ad esempio il Castello Caetani di Sermoneta. Come accennato all’inizio, il fiume porta naturalmente ai meravigliosi Giardini di Ninfa, che sono intessuti di corsi d’acqua e cascatelle meravigliose. Alzando lo sguardo poi si vede l’antica Norba con le sue rovine, che si staglia sull’Agro Pontino. Per recarsi presso il fiume Cavata, sappiate che si trova presso Cisterna di Latina, proprio a due passi da Sermoneta. E’ facilmente raggiungibile anche dalla stazione di Latina Scalo, perfettamente collegata ai treni per Napoli e per Roma.

Il fiume Cavata in canoa o a piedi nella meraviglia della natura ultima modifica: 2021-04-12T09:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Bell posto.

To Top
4
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x