Il vino cecubo, da millenni nettare eccelso del territorio - itLatina

itLatina

STORIA USI E COSTUMI

Il vino cecubo, da millenni nettare eccelso del territorio

Donna Che Versa Vino

Il vino cecubo, identifica come un timbro di qualità e appartenenza a queste terre fertili e preziosissime fin dai tempi antichi.

Il vino Cecubo

Ancora oggi, con il vino Cècubo si intende proprio una qualità d’uva che era già nota e considerata la migliore, dai Romani. Il vino che se ne ricavava era il meglio che si poteva trovare e veniva solo da queste terre fertili. Erano tempi in cui esisteva quella che oggi comunemente si chiama vite maritata, che ancora si trova in terra lucana. Si tratta di una vite che “sposa” un albero, un pioppo per lo più.

Il vino cecubo - Ragazza E Uva matura

La vite si appoggia e si sviluppa sull’albero e quest’arte di coltivare deriva dagli Etruschi. Quindi, con la denominazione Ager Caecubus s’intendeva unpare che va pressappoco da Sezze, Formia, Fondi e Itri. Era un’area dal microclima ideale, molto apprezzata ai tempi della Roma Imperiale, che prediligeva questo vino rosso rubino delizioso. Il particolare nome deriva senz’altro da Appio Claudio il Censore, che appunto era cieco. Appio Claudio passò da queste parti.

Vini dei Lepini

Specie per la costruzione della via che da Roma andava a Brindisi, l’Appia appunto. Dovette sicuramente portare questo vino nell’Urbe e il successo fu immediato evidentemente. Orbene, lui grande estimatore di vini, conquistato da questo “nettare”, diventò il caecus bibendum. Il passo per arrivare a Caecubus è stato breve.

Il vino cecubo - Vigna e contadina

Così come la denominazione di Ager Caecubis. Questi luoghi, con le colline vicine al mare, dovrebbero essere Patrimonio dell’UNESCO. Eppure ad un certo punto ci fu una consistente diminuzione della produzione del Cècubo nel pontino. Alcuni attribuiscono la colpa a Nerone il quale, a metà del I° secolo a.C., fece costruire Lago Lungo e alcuni canali. Insomma la realizzazione di importanti opere d’ingegneria idraulica avrebbero distrutto molte coltivazioni. il Cecubo era senz’altro il vino più famoso e ricercato, che non poteva mancare sulle tavole delle famiglie più ricche.

Vinum Setinum

Da queste parti, i panorami dell’epoca dovevano essere meravigliosi. Le viti prosperavano rigogliose su terre pingui. Il colpo d’occhio doveva presentarsi all’epoca di Appio Claudio sui monti, molto più verdi e curati rispetto a oggi. I romani dunque indicavano con il termine cècubo il vino che proveniva dalla zona a sud della città eterna, un’area anche allora paludosa; ma confinante con terre fertili. E che dire di Augusto che adorava il vino di Sezze?

Il vino cecubo -Fanciulla Con Uva fresca

Il vinum setinum, anch’esso era molto apprezzato e conosciuto anche il vinum formianum e il vinum fondanum. Anche Plinio il Vecchio, parla del Cècubo nel libro XIV del Naturalis Historia. Egli cita anche il vinum Setinum. Il Cècubo infatti trovò fortuna anche così denominato. Va sottolineato che l’Abbuoto che era il vitigno con cui si produceva il Cècubo, il clima, il terreno, le diverse località di produzione hanno diversificato un po’ il gusto.

Vino Cecubo e Vitis setina

In tal modo lo stesso vitigno ha poi assunto denominazioni diverse a seconda della zona. Al riguardo, il vitigno cècubo di Sezze, era tra i migliori per qualità, pregio e notorietà. celebrità, tanto da assumere la denominazione di vitis setina dalla quale si otteneva il vinum setinum. Plinio il Vecchio nel Naturalis Historia, mette al primo posto questo vino in assoluto. Anche Orazio ricorda che i vini cècubi si custodivano e si nascondevano sottochiave. Infine, oggi l’Arsial, l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio; indica l’Abbuoto come l’uva con cui si produceva proprio il vino Cècubo. Ha quindi inserito questo vitigno tra le colture che attualmente presentano un rischio medio di erosione genetica poiché ormai poco diffuse. Difendiamolo.

© Riproduzione riservata

Il vino cecubo, da millenni nettare eccelso del territorio ultima modifica: 2022-12-26T07:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] pensava a tempi di povertà, ostetriche di campagna improvvisate e di tante donne e bimbi di un’Italia in bianco e […]

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x