La chiesa della Madonna dell'appoggio e la sua curiosa vicenda - itLatina

itLatina

CHIESE MEMORIA

La chiesa della Madonna dell’appoggio e la sua curiosa vicenda

La chiesa della Madonna dell’Appoggio - Chiesa Di Sezze in rudere

La chiesa della Madonna dell’Appoggio si trova in un punto estremamente importante e antico; riguardo la storia di Sezze, per lo meno la storia più arcaica, che riguarda “il dove” era strettamente ubicata in origine.

La chiesa della Madonna dell’Appoggio

Ci troviamo nei luoghi in cui calpestare certe pietre è un privilegio; ovvero seguendo la linea della chiesa, la vediamo lì con i suoi ruderi lungo il tracciato dell’antica via romana. Di fatto Sezze conserva la sua originale ubicazione; in pendio al sud ovest. La chiesetta la vediamo al vertice del colle, dove in origine era la “cittadella” denominata “Cstrum durum”; perché qui si rinchiudevano e detenevano gli schiavi cartaginesi.

pag. Facebook – Robeto Velloccia

La sua esistenza è confermata dall’esistenza delle triplici mura, cioè quelle del primo circuito lateralmente alla chiesa di San Rocco, quelle del secondo sotto il monastero di Santa Chiara; e il terzo che circonda gran parte della città.

La chiesa della Madonna dell’Appoggio - Calessino con cocchiere

Nondimeno, la via romana sopra citata era ancora in uso fino alla fine dell’800. Essa collega con un andamento piuttosto ripido e sinuoso la città di Sezze, giungendo fino alla pianura. La via era più lineare, ma meno agevole di quella nuova.

Monastero di Santa Chiara di Sezze

Tornando alla chiesetta ormai ridere, siamo nel versante occidentale del colle setino. Del resto sono numerose le strutture antiche ancora conservate lungo questo percorso. Esse testimoniano quindi la millenaria storia di questa via; che con le dovute accortezze e magari con una guida adeguata, si può ancora percorrere.

Mura della città - mura antiche

Per capirne sul campo la fruizione che per secoli e secoli ha interessato il territorio. Vediamo quindi i muri di terrazzamento e le torri di difesa in opera poligonale; così come i monumenti funerari. Tuttavia, non si hanno reperti o documentazione per risalire a quando fu edificata la chiesa sopra citata. Nondimeno, al suo interno vi sono tracce di un affresco raffigurante la Vergine con il Bambino. Inoltre, numerose sono le testimonianze archeologiche e naturalistiche circostanti; ancora presenti nelle immediate vicinanze. Tra cui i resti di varie ville romane (p.e. la villa di S. Isidoro, del Capannaccio, delle Grotte).

Archeologia pontina

Eppure, la storia frammista a leggenda che sta attorno alla Chiesa della Madonna dell’appoggio è molto interessante e curiosa. Ancora si narra che, tra le varie famiglie nobili della Sezze ormai scomparsa. Vi era certamente anche quella degli Zaccheo. Circa due secoli fa; alcuni componenti di questo nucleo familiare, stavno scendendo in carrozza lungo le  “Coste Vecchie”. Erano quindi o in carrozza, oppure su un calesse; guidato probabilmente dal cocchiere di famiglia.

La chiesa della Madonna dell’Appoggio - Madonna Dellappoggio rudere

Le strade potevano essere sconnesse all’epoca e una ruota di legno, poteva perdere facilmente un perno e cedere spezzandosi. Sembra che dopo la curva sulla piccola valle a monte dei resti della chiesetta suddetta; i cavalli s’imbizzarrirono improvvisamente spaventati da qualcosa. Nonostante i tentativi del cocchiere, risultarono del tutto ingovernabili. La carrozza iniziò senza controllo a precipitare in basso guadagnando velocità. Eppure, poco prima di cadere nel vuoto; accadde qualcosa di altrettanto incredibile e inaspettato.

Nobili Zaccheo di Sezze e la chiesa della Madonna dell’Appoggio

Poco prima di precipitare nel dirupo; i cavalli rimasero incastrati in alcuni anfratti; e li si “appoggiarono” bloccati con tutta la carrozza. I passeggeri si salvarono incredibilmente. Se la carrozza fosse precipitata, si sarebbe sconquassata contro qualche masso. Orbene, dopo quel fatto, avendo scampato il pericolo, gli Zaccheo si resero conto d’aver scampato una morte certa.

La chiesa dpanorama - Madonna Dellappoggio rudere residuo

Fu allora che per Grazia ricevuta, da  nobili danarosi quali erano; decisero di far erigere la chiesa di cui oggi restano i ruderi. Lo fecero devoti in onore della Madonna invocata raccomandandosi l’anima, in quei momenti di terrore. Decisero quindi di denominare la chiesa, Madonna dell’Appoggio.  Erano tempi quelli di grande fervore religioso.

Fonte foto – Facebook – Compagnia dei Lepini – Gianni Faustinella

© Riproduzione riservata

La chiesa della Madonna dell’appoggio e la sua curiosa vicenda ultima modifica: 2022-06-29T07:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x