Le alghe mangiano l'inquinamento. Oggi è una realtà - itLatina

itLatina

LO SAPEVI CHE NATURA

Le alghe mangiano l’inquinamento. Oggi è una realtà

Alghe

Le alghe mangiano l’inquinamento ed è una realtà concreta. Inoltre, l’architettura ha un ruolo importante nel trasformare i processi ecologici e possiamo non solo costruire in modo sostenibile, ma anche “sbranando” il CO2. Non dobbiamo pensare solo a vasche con alghe, ma a strutture abitative che producono energia e la immettono.

Le alghe mangiano l’inquinamento

Oggi il design si deve occupare dell’integrazione dell’abitato con i sistemi produttivi di riciclaggio dei rifiuti. Inoltre l’estetica deve diventare un linguaggio anche per disegnare l’infrastruttura, dialogando con la sostenibilità e non è fantascienza. Dobbiamo entrare nell’ottica che i nostri rifiuti possono essere risorse per altri organismi, come le microalghe.

Le alghe mangiano l’inquinamento - Polvere Di Alghe in coltura

Già, le micro alghe sono più che mai centro della ricerca scientifica. Sono anche una conseguenza del cambiamento climatico, ma sono anche molto resilienti e in grado di rimetabolizzare gli inquinanti che le nostre città producono, trasformandoli in risorse come biomassa. Non solo in ambiante marino, ma anche sulla terra ferma si possono organizzare luoghi che “sbranano l’inquinamento con le alghe in vasca”. è possibile trasformare l’intera città in elemento fotosintetico attraverso edifici che producono ossigeno. L’estetica, dunque, è correlata strettamente all’aspetto etico.

Architettura sostenibile

Diventa anche un linguaggio che permette all’utente di stabilire una relazione quotidiana con le biotecnologie e il cambiamento climatico. Si può così approcciare l’ecologia anche tramite il piacere sensoriale che ci sta attorno. Case belle e pulite al 100%. Batteri, alghe, funghi sono organismi in grado di trasformare sostanze inquinanti in nutrienti. inoltre al tempo stesso, il processo dovrebbe essere esplicato in un’architettura capace di lavorare le sostanze sporche integrando organismi in ambito urbano.

Le alghe mangiano l’inquinamento - Vasche in laboratorio

Insomma possiamo ottenere un sistema produttivo industriale chiuso, con un metabolismo circolare. Tale sistema è in grado di riassorbire le sostanze emesse come rifiuto e trasformarle in materie prime utili a produrre prodotti nuovi e di valore. Inoltre non è trascurabile la possibilità e la capacità di ridefinire in modo meno rigido i confini tra la natura e l’artificio, tra il paesaggio e la città che si armonizzano.

Ricerca scientifica sulle alghe

Si crea facilmente un effetto visivo ed estetico notevole. Tali organismi sono commestibili, quindi da una parte sono in grado di assorbire le emissioni dei processi produttivi della fabbrica. Dall’altra si possono usare come materia prima, e precisamente come integratore, all’interno di alcuni prodotti dell’industria stessa. In altre parole, si cerca di recuperare una nuova dimensione di natura urbana che consideri fondamentali nella circolarità della natura i processi “sporchi”. Lo si fa con una ricerca che punta all’armonia tra esseri viventi, umani e non umani.

Le alghe mangiano l’inquinamento - Sasso Con Alghe marine

Tutto sommato, al microscopio, le microalghe rivelano forme e comportamenti straordinari, con un’intelligenza collettiva molto interessante per chi si occupa di pianificazione urbana. La città non è più uno spazio abitativo antropocentrico; ma paesaggio sintetico, artificiale e naturale allo stesso tempo. In cui solo con la collaborazione di multiple forme di vita possiamo occuparci del pianeta.

Le alghe mangiano l’inquinamento CO2

Un’architettura che progetta edifici capaci di generare aria pulita da quella inquinata grazie ai microorganismi, sogna e già un futuro in cui si produca solo dalla materia esistente.

Le alghe mangiano l’inquinamento. Oggi è una realtà ultima modifica: 2022-11-17T07:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x