I LATINENSI RACCONTANO LATINA

itLatina

CIBO LO SAPEVI CHE

Lievito, lievito e ancora lievito e i mille modi incredibili per farlo

lievito - Pane dopo la Cottura

Lievito che in #Coronavirus non basta mai! Prendiamo ad esempio, mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio, un cucchiaino di succo di limone o aceto di vino o di mele. Il bicarbonato di sodio, è un amico fedele della cucina, perché può essere usato come componente di lieviti ad azione istantanea. Per ottenere un buon effetto lievitante, il bicarbonato deve reagire con una sostanza acida; producendo anidride carbonica.

Lievito

Dunque, in casa abbiamo due ingredienti perfetti per questo scopo: succo di limone e aceto di mele o di vino. Misceleremo tutto in una ciotolina. Il procedimento è molto divertente perché questi ingredienti reagiscono fra loro frizzando.  Le dosi consigliate sono sufficienti per far lievitare 500 g di farina sia nel caso di dolci che salati. Ottimo quindi per tortebiscottipizza, perché deve lievitare per 4 ore.

lievito - Latte E Yogurt

Il pane però lievita poco con questo lievito istantaneo. Eppure ci viene in aiuto anche lo yogurt e non solo. Prendiamo 250 gr di farina Manitoba, 250 gr di yogurt magro. Impastiamo la Manitoba con lo yogurt usando le mani. Bisognerà lavorarlo bene fino a quando la consistenza sarà molto morbida. Formiamo una palla liscia, la metteremo in un recipiente possibilmente di vetro, praticando una croce. Copriremo con pellicola che punzecchieremo con uno stuzzicadenti per ottenere piccoli pori.

Lievito con Kefyr

Lasceremo riposare a temperatura ambiente per 48 ore. Dopo le 48 ore la pasta si presenterà umida e molle. Se notiamo dei punti neri in superficie, dobbiamo buttare tutto. Orbene, dopo le 48 ore, preleveremo 200 gr d’impasto. Scarteremo la parte in superficie che risulta un po’ dura, e quello che resta va buttato.

lievito - Bicarbonato e limone

Aggiungeremo 100 gr d’acqua e 200 di farina. Scioglieremo l’impasto nell’acqua e aggiungere gradualmente la farina aiutandoci con cucchiaio. Avrete un totale di 500 gr di farina, lievito e acqua. Impasteremo per qualche minuto e riporremo in un barattolo di vetro alto in modo che la pasta abbia spazio per crescere. Tutto sarà coperto o con pellicola forata o con coperchio. In seguito, il barattolo va lavato colo con acqua calda senza detersivo. Possiamo rinfrescare il lievito così per circa 14 giorni. Per mantenerlo attivo, bisogna rinfrescarlo almeno ogni 5-6 giorni

Lievitare con bicarbonato e aceto

Tuttavia, appena fatto meglio rinfrescarlo ogni tre giorni così diventa più attivo e perde acidità. Dopo i 14 giorni il composto va conservato in frigo in barattolo di vetro con chiusura ermetica. Possiamo usare anche il kefir di latte. E’ possibile creare una pasta acida utilizzabile come lievito naturale nella preparazione di pizza e pane e di ogni lievitato.

lievito - Yogurt e formaggi

Nella gestione è simile alla pasta madre, deve essere “rinfrescato” massimo ogni 6 giorni. Inizieremo con 100 g di farina bianca, 50 g di kefir di latte completo del suo siero. Il primo giorno con 100 g di farina, 50 g di kefir di latte completo del suo siero. Impasteremo e lasceremo riposare a temperatura ambiente per 24 ore. Il giorno dopo, altri 100 g d’impasto, 100 g di farina, 50 g di acqua non clorata. Il resto dell’impasto non va usato.

Aceto di mele e limone

Manterremo l’impasto molto idratato, senza quindi coprirlo con la pellicola, deve respirare. L’impasto sarà morbido ma non appiccicoso. Dopo tre o quattro giorni ripeteremo l’operazione del giorno 2. Procederemo con 100 g d’impasto 100 g di farina 50 g di acqua non clorata. Dovremo già vedere la lievitazione in 3 o 4 ore. L’impasto che resta eviteremo di usarlo almeno fino al giorno 5. Il giorno 6 diminuiremo la quantità d’acqua per rendere l’impasto asciutto. Procederemo con 100 g d’impasto, 100 g di farina e 35-40 g d’acqua. Metteremo l’impasto in un barattolo a chiusura ermetica pulito, riponendo l’impasto in frigo. E’ bene ricordare di rinfrescare sempre ogni 6 giorni. Non dovremo mai lasciate la pasta asciugare troppo. E’ preferibile infine, rinfrescare sempre un paio di giorni prima di utilizzarla.

Lievito, lievito e ancora lievito e i mille modi incredibili per farlo ultima modifica: 2020-04-23T09:00:00+02:00 da Redazione
To Top