Monastero della Clarisse di Sezze dal 1313 - itLatina

itLatina

CHIESE EDIFICI STORICI

Monastero della Clarisse di Sezze dal 1313

Monastero della Clarisse di Sezze - monastero delle clarisse

Monastero delle Clarisse di Sezze; da sempre un luogo attorno a cui ha ruotato gran parte della vita della città setina. Con una storia estremamente antica, si trova nel cuore del paese, così come in quello della gente, poiché un po’ tutti hanno dei ricordi legati a questo edificio sacro.

Monastero della Clarisse di Sezze

Si ha notizia del Monastero dal 1313. Mentre abbiamo notizie del 1556 più dettagliate, da fonti che parlano della sua costruzione; grazie alle donazioni della nobile famiglia Normisini. Si parla di questa struttura che nel primo periodo della sua costruzione fu molto prospero; grazie alle consistenti donazioni di famiglie locali, oltre a quella citata; come De Anibalis, Boffi e Pilorci.

Monastero della Clarisse di Sezze- Monastero delle Clarisse dentro il paese

Al riguardo, in alcuni periodi successivi, il monastero di Santa Chiara raggiunse anche una certa notevole autonomia economica. Nella sua struttura basilare, la struttura comprende i case situate fra via Cavour e via Corradini. Esso consta di tre piani, con circa 100 vani e ben tre cortili interni; quindi piuttosto grande nella sua complessità. Almeno in parte il paese in qualche modo gli è cresciuto attorno abbracciandolo. Il Monastero si trova in prossimità ed in parte ha inglobato, resti murari sia preromanici, sia medievali.

Santa Chiara

Quindi su tali strutture si erge proprio la parte fonante del complesso. In modo particolare è nella parte che “affaccia” su via Corradini; il vecchio ingresso su via Cavour e il chiostro. Il monastero costituisce quindi una parte importante della storia di Sezze. Analizzando le sue mura, si vedono le stratificazioni temporali. Gli ambienti nel tempo sono stati ampliati. Tanti sono stati i lasciti e le donazioni di aree perimetrali che hanno resto il Monastero, quello che è oggi.

Monastero della Clarisse di Sezze  - portale con iscrizione
fonte foto – Facebook – Leone Caetani

L’ala a mezzogiorno su via Cavour, ovvero il piano terra e il primo, a fasce cadenzate, evidenzia una buona fattura sia dal punto di vista costruttivo; sia per quanto riguarda i canoni architettonici contemporanei. La chiesa del Monastero ha una forma circolare e conservava alcune tele del setino Giuseppe Turchi. Belli gli elementi decorativi della piccola Chiesa di stile manierista; che presenta sia internamente, sia in facciata, stucchi di buona fattura.

San Carlo da Sezze

La torre campanaria, oggi essa è più alta rispetto alla chiesa. Tuttavia originariamente era più bassa. Essa è visibile oggi nella sua interezza; poiché incorporata in uno stanzone realizzato a ridosso della chiesa. Naturalmente per chi guarda a sinistra lungo la via Corradini. Detto stanzone ha anche incorporato, visibilmente, una parte del tamburo strombato della piccola chiesa. Inoltre, sempre la chiesa, frequentata nei secoli è stata frequentata anche dalla Ven.le Caterina Savelli.

Monastero della Clarisse di Sezze - Santa Chiara con sullo sfondo setino
fonte foto – Facebook – Orlando Quattrini

Ma anche da S. Carlo da Sezze; e in essa quest’ultimo venne rapito in estasi mentre vi si intratteneva in preghiera. Molti papi hanno varcato la soglia dell’edificio acro setino. Tra i Papi che hanno varcato la sacra soglia di questo importante luogo, abbiamo Sisto V, che vi dimorò, come semplice religioso; nel locale convento di S. Bartolomeo, e anche Benedetto XIII. Giungendo al 1870, c’è stata la soppressione degli ordini religiosi e la confisca di molti edifici.

Pasta di mandorle e il Monastero della Clarisse di Sezze

Le monache dovettero abbandonare il Monastero. Poterono tornare solo alcuni anni dopo. Le religiose, colonna portante della comunità per secoli; hanno sempre educato e preparato le bambine setine alla prima comunione. Talune diventarono anche novizie. Ciò fino al 1951, per decisione dell’allora Vescovo della città, Mon. Emilio Pizzoni.

Cartoon religioso - Santa Chiara Cartoon

Tanto è il bene che le monache clarisse hanno fatto a Sezze, per cui sono ancora ricordate. Basti all’ultima terribile guerra mondiale; quando le clarisse hanno aiutato la gente di Sezze; tra l’altro accogliendo molti ragazzi che avevano bisogno di un nascondiglio sicuro; per via dei rastrellamenti dei tedeschi. Infine i setini non dimenticano che le suore clarisse, in tempo di grande siccità, misero a disposizione della gente l’acqua delle loro cisterne.

© Riproduzione riservata

Monastero della Clarisse di Sezze dal 1313 ultima modifica: 2022-07-27T07:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x