Museo medievale di Fossanova, in un'atmosfera magica - itLatina

itLatina

CICERONE EDIFICI STORICI

Museo medievale di Fossanova, in un’atmosfera magica

Museo medievale di Fossanova - parte museale

Museo medievale di Fossanova, uno scrigno di storia e linguaggi antichi. Il Museo esiste ed è aperto al pubblico dal 2001.

Museo medievale di Fossanova

Anche se piuttosto giovane, questo luogo di tradizione e vestigia; si presenta come uno spaccato di Medioevo, che si cala del tutto in quella dimensione. Proprio per questo, l’area museale propone al pubblico dei momenti di vita medievale; calato in un suggestivo scenario tipico del Duecento. Ci troviamo, infatti, nell’antica Foresteria cistercense di Fossanova; un unico, grande ambiente, ascetico, con ombre gotiche; nella sua linearità architettonica.

Museo medievale di Fossanova - Romani e il banchetto

Il tutto è davvero maestoso, un po’ come tutti gli edifici dell’abbazia. Il percorso museale inizia quindi con un determinato spaccato di Privernum. Si parla chiaramente dei Privernati che agli albori del Medioevo; cominciavano a riplasmare quel luogo preciso. Quegli spazi che erano stati della città romana, dovevano diventare lentamente una nuova città che finirà poi per chiamarsi Piperno. Il visitatore può vedere, grazie a scavi più recenti dell’Area archeologica, tali cambiamenti.

Piperno

Possiamo vedere e intuire scorci importanti che si possono cogliere e ammirare attraverso i tanti materiali che, mano a mano che emergono, continuano ad affluire nel Museo. Vediamo ceramiche della vita di tutti i giorni provenienti da sepolture, che svelano nuove consuetudini funerarie, ormai di rito cristiano. In quel periodo si seppelliscono i morti entro la città;  costruendo sepolcri nelle vecchie case romane. In quelle stesse case dove si continuava tuttavia a vivere e così, accanto ai luoghi della memoria; sono riemersi focolari e tanti “butti”.

Museo medievale di Fossanova-  antico Mosaico medievale

Ovvero i caratteristici mondezzai medievali che hanno restituito una grande quantità di brocche, bicchieri, piatti e resti dei pasti dell’epoca. Vi sono lapidi di martiri e santi. E qui, come nel Museo archeologico di Priverno, gli oggetti sono a portata di mano; vicini al visitatore che può percepirli e talvolta anche toccarli, appoggiati, sulla sabbia che ricopre i banconi in muratura.

Camilla regina dei Volsci

Vi sono qui strutture, nate come mangiatoie; quando i principi Borghese, verso la metà dell’Ottocento, trasformarono la Foresteria in stalla. Negli allestimenti dei Musei privernati si è fatto un grande uso di sabbia, una scelta che indubbiamente crea effetti piacevoli e naturali. Qui infatti, esistono possenti giacimenti di sabbie silicee, ricche di quarzo. Il loro uso è sempre stato importante nella composizione delle malte e degli intonaci di tutti gli edifici di Privernum; di Fossanova e poi di Priverno, diffondendo quel caratteristico colore rosato fortemente impresso in ogni angolo del paesaggio.

Museo medievale di Fossanova - Anfore da poco rinvenute

Bellissima e importantissima la chiesa cattedrale dell’antica città di pianura. Si tratta di un edificio imponente che vanno dal VI al XIII secolo; che ha permesso di riscrivere parte di una storia sconosciuta. Meraviglioso l’affresco con la Vergine orante e regina; che rivestiva la base dell’altare maggiore.

Re Metabo

La Madonna, in una maestà regale di stampo bizantino, incoronata da un alto diadema con fili di perle che scendono fino alle spalle; si staglia dal fondo bluastro di una piccola nicchia con una lunga tunica rosso scuro con ricami a losanghe e fasce con gemme preziose. Con lei, gli arcangeli Gabriele, a destra, e Michele, a sinistra; anch’essi vestiti con una sontuosa dalmatica rossa fasciata di gemme. Ai piedi di Maria regina si pongono due offerenti; che dovettero essere certamente personaggi di rango della comunità di Privernum/Piperno. L’affresco non è solo una pregevole  espressione d’arte. In se racchiude le radici di una tradizione religiosa profondamente radicata. Quando la vecchia città della piana di Mezzagosto fu abbandonata; i Privernati, nel corso del XII secolo, si trasferirono sul sito collinare che ora ospita Priverno. L’icona della Madonna fu trasferita nella nuova chiesa madre, mantenendosi oggetto di grande venerazione.

Piperno e il museo medievale di Fossanova

Perpetuandosi nel culto della Madonna di Mezz’Agosto, ancora il più sentito della città. Il percorso museale, da Privernum, conduce poi a Fossanova; alle architetture del complesso abbaziale e alle consuetudini di vita e di preghiera dei monaci cistercensi. Qui sono esposti materiali provenienti da scavi archeologici, con oggetti del vivere quotidiano.  INFORMAZIONI Sede: Antica Foresteria Cistercense – 04015 Fossanova di PrivernoTelefono: 0773.938006 / 347 2330723 E-mail: [email protected] [email protected]; Sito internet: www.privernomusei.it

Museo medievale di Fossanova, in un’atmosfera magica ultima modifica: 2022-07-08T08:00:00+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

😊

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x