Settembre e la gloria di Roma, festeggiando il primo re - itLatina

itLatina

MEMORIA STORIA

Settembre e la gloria di Roma, festeggiando il primo re

Settembre e la gloria di Roma - Donna Romana Ricca con uva

Settembre e la gloria di Roma, un momento molto importante per vari aspetti. Del resto i Romani avevano 45 giorni di feriae publicae e 22 giorni di festività singole obbligatorie. Inoltre avevano 12 giorni di ludi singoli e 103 di ludi raggruppati su più giorni. Insomma circa la metà dell’anno era non lavorativa e non è poco.

Settembre e la gloria di Roma

Alcuni credono che si festeggiava troppo, ma non è così. Bilanciare il lavoro duro, con il giusto compenso e divertimento, rendeva sereno il popolo. Inoltre venerare e onorare i caduti e chi aveva fatto grande Roma, inorgogliva il popolo. Settembre per i romani aveva due valori importanti. Nelle campagne si terminava la vendemmia, che però si chiudeva già in agosto.

Settembre e la gloria di Roma - Donne Dopo La Vendemmia a Roma

Tuttavia non esisteva il rapporto tra vino come sostanza inebriante e virtus guerriera, come avviene in tutte le altre culture indoeuropee. In effetti i romani basavano la loro capacità guerresca più sull’addestramento e l’organizzazione che sul furor. Semmai espresso in forma più razionale e pacata coll’amor di patria e la ricerca della gloria per la propria gens. Un concetto che oggi andrebbe rinverdito. L’ebbrezza del vino era un piacere per i romani, dal festeggiamento dei Ludi Magni, che infiammavano i cuori, duravano praticamente tutto il mese.

20 settembre nascita di Romolo

Per assistervi veniva gente a Roma, non solo dal suolo italico, ma anche dai possedimenti extraitalici dell’impero, tanto erano fastose e uniche al mondo. Molto importante era la festa del 20 settembre, ovvero il Natalis Romuli. Si festeggiava la nascita di Romolo. Il suo tempio in origine si costruì come vestibolo circolare di accesso al Tempio della Pace nel 75.

Settembre e la gloria di Roma - Circo Massimo in una ricostruzione

Considerando Romolo colui che portò gloria e pace a Roma, per questo venne divinizzato sin dai tempi della monarchia. Poi il 23 settembre c’era il Natalis Augusti nel Templum Apollinis in Campo Martio. Era una festa celebrata in onore di Apollo e di conseguenza anche in onore di Ottaviano Augusto. Si ricordava la dedicatio del tempio d’Apollo in Campus Martius avvenuta nel 431 a.c. da parte del console Cneus Iulius. La costruzione del tempio era stata decisa nel 433 a.c. a seguito di una epidemia che aveva colpito la città.

Le venationes

Era anche chiamato Apollo Medicus. Era il più antico tempio di Apollo in Roma. Il 26 settembre si celebrava la grande Veneris Genetricis. Il 27 settembre c’era la Festa in onore della Dea Fortuna che fa tornare i soldati in patria sani e salvi. Anch’essa era molto importante. In ogni caso i Ludi Romani erano caratterizzati da giochi pubblici.  Sebbene i ludi siano nati come offerte votive per grazia ricevuta, nel 366 a.C. appaiono per la prima volta nel calendario religioso romano quali eventi sponsorizzati dallo stato stesso con cadenza annuale e si tenevano dal 12 al 14 settembre, poi estesi dal 4 al 19 settembre. 

Settembre e la gloria di Roma - Matrona Con Uva sull'erba

Il Circus Maximus, l’edificio più grandioso per spettacoli pubblici mai costruito, ornato di statue, di metalli nobili, di fregi rari, era uno dei luoghi dove, dal 15 settembre, si svolgevano i ludi circenses. Erano corse equestri a bordo di bighe.

Ludi gladiatorii e Settembre e la gloria di Roma

Sono esistiti più di 40 tipi di giochi o sport. Andavano dal pancrazio, corsa, pugilato, lancio del giavellotto, lancio del peso, lancio del disco, corse equestri e molto altro. I ludi hanno avuto differenti significati, a seconda di quale celebrazione ci fosse. Per esempio c’erano ludi trionfali e ludi funerari, ma anche per la celebrazione di un tempio dedicato ad una divinità sopra citati. Non mancavano i banchetti. Tra i ludi vanno ricordati i ludi gladiatorii, le venationes (caccia e uccisione di animali selvatici nell’arena) e poi le commedie, le tragedie e la musica.

© Riproduzione riservata

Settembre e la gloria di Roma, festeggiando il primo re ultima modifica: 2022-09-27T07:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Molto interessante 👍

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x