Villa di Domiziano a Sabaudia, nel Parco del Circeo - itLatina

itLatina

ARTE COSA VEDERE

Villa di Domiziano a Sabaudia, nel Parco del Circeo

Villa di Domiziano a Sabaudia - la zona archeologica da una foto aerea

Villa di Domiziano a Sabaudia, alla ricerca delle vestigia archeologiche del territorio pontino; antico, misterioso talvolta e molto evocativo.

Villa di Domiziano a Sabaudia

Ci troviamo lungo le sponde del Lago di Paola a Sabaudia appunto, dove troviamo la Villa di Domiziano; che dalle vestigia, si evince che doveva essere sontuosa, ricca e sfarzosa. Essa si estende pressappoco su 46 ettari. Tra l’altro vi sono ancora alcune parti che ancora devono essere  riportate alla luce. Si tratta della seconda villa imperiale per grandezza nel Lazio; dopo Villa Adriana a Tivoli, e questo fa comprendere l’idea di essa come di una “cittadella”. Lo scenario e il panorama tra l’altro sono ancora oggi bellissimi.

Villa di Domiziano a Sabaudia - Apollo Kassel copia della testa
fonte foto – Wikipedia – Marie-Lan Nguyen – CC BY 2.5

La villa fu costruita per l’Imperatore Tito Flavio Domiziano, e poteva godere addirittura di un porto privato. Gli archeologi hanno trovato e studiato un sistema idrico molto complesso, con terme e piscine. La Villa di Domiziano ancora oggi oggetto di scavi e ricerche è generalmente chiusa al pubblico. Tuttavia può essere visitata, ma solo con una visitata guidata e prenotando con anticipo.

Il Circeo e la Villa di Domiziano

La peculiarità è anche che si possono visitare i resti della Villa di Domiziano in battello oppure in canoa. La dimora era quindi adagiata sontuosamente nella zona del Circeo. Prima degli studi effettuati da Giuseppe Lugli ed Italo Gismondi a metà degli anni Venti del Novecento; si supponeva che nell’area prossima al Lago di Paola (zona del Circeo) ci fosse una semplice continuazione dell’antica Circeii.

Villa di Domiziano a Sabaudia - pregiato dettaglio di pavimentazione
fonte foto – Facebook – allontanarsi dalla linea gialla

In seguito, dei liberi scavi effettuati nel posto all’inizio del Settecento e gli stessi più recenti; avevano indotto una missione dello Stato Pontificio nel 1798. Orbene, l’ampia struttura, scavata con maggiore attenzione nel 1934, è riconducibile sicuramente a Domiziano per via di alcuni versi di Marziale. Ma anche per il rinvenimenti di incontrovertibili timbri di epoca domizianea riscontrati nei laterizi. È tuttavia probabile che la villa subì solamente ristrutturata in tale periodo; in quanto esistono anche interessanti indizi dell’epoca di Augusto.

La Casarina

La villa, attualmente si trova all’interno del perimetro del parco nazionale del Circeo. Si compone di numerosi ambienti; alcuni dei quali erano destinati al relax nella zona giardino. Interessanti sono anche alcuni impianti idraulici molto sofisticati. Purtroppo, prima degli scavi pontifici, molto materiale; era finito sul mercato antiquario del tempo. Successivamente marmi e statue sono stati divisi in molti musei.

Villa di Domiziano a Sabaudia - Gli scavi archeologici
fonte foto – Facebook – Giancarlo Pagliarosi

Fra le numerose statue che erano nella villa, citiamo un Apollo Kassel (ora in un museo di Kassel) e un satiro, ora nei Musei Vaticani. Infine, nelle vicinanze della Villa di Domiziano troviamo la Casarina; un’antica struttura che occupa una delle penisole sul Lago di Paola. Le prime attività costruttive, probabilmente da attribuire agli anni finali del I sec a.C., furono intraprese per realizzare un complesso termale-balneare pubblico. Seguirono poi molte ricostruzioni e restauri che continuarono; quasi senza soluzione di continuità, fino al XVIII secolo.

Villa di Domiziano a Sabaudia, nel Parco del Circeo ultima modifica: 2021-10-20T08:00:00+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Katherine Alexandra Giudice

Bellissimo 😍

Julieta B. Mollo

Che bello!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x