Museo della transumanza, evocando un mito che ha 6000 anni di storia - itLatina

itLatina

ASSOCIAZIONI ITINERARI

Museo della transumanza, evocando un mito che ha 6000 anni di storia

Museo della trransumanza - Cavalli

Museo della transumanza, un’eccellenza pontina. E’ nato così, simbolicamente, eppure tangibile nella nostra storia, uno dei cinque cammini lungo i tracciati storici.

Museo della transumanza

“Vie di Transumanza” nel Lazio è il cammino riconosciuto dal Consiglio d’Europa e non è affatto poco per le nostre radici. Quindi, da Falasche a Jenne passando da Cisterna di Latina, Cori, Artena costeggiando l’Aniene in un percorso secolare, sembra di vedere quegli uomini tornare ancora e rinverdire un’idea antica per qualcosa che non tramonterà mai. Orbene, è stato inaugurato sabato 23 dicembre il primo Centro di Documentazione Permanente sulla Transumanza, che ospiterà la nuova sede italiana delle “Vie di Transumanza”.

Museo della transumanza - Vacche Pezzate che camminano

Il taglio del nastro è avvenuto nel virtuoso borgo montano di Jenne, che è luogo di partenza e anche traguardo dell’antico tratturo da “Falasche a Jenne”. Alla cerimonia erano presenti il Sindaco del Comune di Jenne Giorgio Pacchiarotti, la responsabile dell’Itinerario Vie di Transumanza Simona Messina. Ma anche la referente del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Roberta Alberotanza.

Centro di Documentazione Permanente sulla Transumanza

Inoltre vi era il Vicepresidente Nazionale della Federazione Italiana per l’UNESCO nonché Presidente del Club per l’UNESCO di Latina Mauro Macale. Il Presidente di Federtrek Italia Paolo Piacentini, il Presidente dell’Associazione Libera Università Per l’Agricoltura (LUPA) nonché organizzatore dell’Itinerario Vie di Transumanza Antonio Volpi.

Museo della transumanza - Transumante in foto

In video collegamento il coordinatore del Comitato Scientifico dell’Itinerario Vie di Transumanza Francesco Spada. Le “Vie di Transumanza” hanno ricevuto a Łodź in Polonia, nel corso del 12° Forum Annuale del Consiglio d’Europa, la certificazione di Itinerario Culturale Europeo è stato l’unico Itinerario che abbia ricevuto la certificazione del Consiglio d’Europa nel 2023 e per noi, è motivo di orgoglio. Nelle “Vie di Transumanza”, che coinvolgono cinque paesi europei e due del continente latino-americano, l’Italia è attualmente rappresentata con cinque percorsi di transumanza storica.

Falasche a Jenne – Museo della transumanza

Con la certificazione delle “Vie di Transumanza” il numero complessivo degli Itinerari Culturali Europei arriva a quarantasette, dei quali ben trentatré passano per l’Italia. Del resto la Transumanza, patrimonio vivente di uomini e animali, è un fenomeno antichissimo basato sullo spostamento periodico di pastori e greggi di pecore, mucche, cavalli, e persino asini. Il cammino che va da Falasche (Anzio) a Jenne (RM) passando attraverso i comuni di Cisterna di Latina, Cori, Artena è nel mito.

panorama - Vacche e transumanza

Seguendo i corsi d’acqua e il letto dell’Aniene, quel cammino ha alle spalle più di 6000 anni di storia, quando erano gli uomini a seguire gli animali. E poi via via gli uomini spostavano le mandrie al fresco alla larga dalla malaria e lungo percorsi verdi. Il Tratturo che ripercorriamo è una fedele ricostruzione, per circa l’80% del percorso originale(…)

Vie di transumanza

E’ il risultato di una ricerca fatta di testimonianze e documentazioni lunga più di trent’anni. In Italia sono ancora coinvolti sessantamila allevamenti. Parliamo di 6,2 milioni di pecore di ben 38 razze che percorrono due volte l’anno i regi tratturi. Lo fanno mantenendo in equilibrio il delicato rapporto tra uomo e natura e l’uso sostenibile delle risorse naturali, nel rispetto del benessere degli animali e dei ritmi delle stagioni. E’ necessario un impegno collettivo sulla sostenibilità ambientale per la quale la transumanza è stata iscritta all’elenco dei beni immateriali nella riunione del 2019 tenuta a Bogotà. E’ necessario “far parlare” tra loro i beni immateriali quali la transumanza, i muretti a secco, la dieta mediterranea… alla luce anche del nuovo paradigma “livingheritage” nato nella riunione a Roma del 13 e 14 novembre e proclamato nell’incontro internazionale UNESCO di Napoli dov’ è stato approvato il documento “lo spirito di Napoli”.

Transumanza bene immateriale dell’UNESCO

Nell’occasione si è rimarcato la necessità di salvaguardare i patrimoni dell’UNESCO dal turismo di massa. L’inaugurazione del primo Museo Nazionale della Transumanza sotto l’egida del Consiglio d’Europa si è conclusa con una degustazione in piazza a Jenne dei piatti tipici consumati dai pastori durante la transumanza. Le “Vie di Transumanza” attualmente concentra la sua attività sul progetto di una piattaforma digitale interattiva. Nella quale insieme ai cammini affiliati alle “Vie di Transumanza”, ci sia una mappatura della costellazione dei luoghi di interesse. Elementi del patrimonio culturale materiale e immateriale, strutture culturali, sistemi di accoglienza. Anche servizi dedicati e ogni cosa utile per offrire agli utenti potenziali l’esperienza, accessibile e inclusiva, dei cammini lungo i tracciati storici di transumanza.

Museo della transumanza, evocando un mito che ha 6000 anni di storia ultima modifica: 2024-01-09T07:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x