Vini e Cammini, un turismo lento attraverso le regioni - itLatina

itLatina

ITINERARI turismo

Vini e Cammini, un turismo lento attraverso le regioni

Vini E Cammini

Vini e cammini, un progetto per svelare zone meno conosciute d’Italia in modo originale e antico al tempo stesso.

Vini e Cammini

L’idea è quella di percorrere i cammini religiosi, osservare con un turismo relativamente lento, la provincia, borghi e paesi. Camminando sulle vestigia dei pellegrini che per secoli hanno percorso sentieri e strade in parte da riscoprire, anche assaporando e apprezzando le eccellenze enogastronomiche. Sarà possibile farlo attraverso un accordo tra Regioni, per promuovere un turismo lento.

Vini e cammini  - Ragazza che fa trekking

Del resto, in occasione del Vinitaly, Umbria, Toscana, Emilia-Romagna, Marche e Lazio si sono già corporate, unendo eccellenze uniche e attrattive. L’intera operazione, beneficerà, tra l’altro, di un investimento dal Ministero del Turismo di 1.690.078,65 euro per l’attuazione di interventi lungo i tracciati dei cammini religiosi di San Francesco, San benedetto e Via Lauretana. Quello che molti potranno fare, sarà un viaggio nel centro della Penisola, tra gli appennini, per scoprire luoghi e borghi celati di un’Italia tutta da scoprire. Orbene, l’iniziativa giunge dopo il precedente successo di “Cammini Aperti”.

Il Cammino di San Benedetto

Si trattò di un progetto con 42 escursioni lungo tutta Italia, sempre grazie ad una strategia congiunta di tutte le Regioni. Riguardo il Lazio, c’è il Cammino di San Benedetto, con 300 km da percorrere a piedi, in bicicletta o a cavallo. Attraverso sentieri, e strade poco trafficate, si uniscono località come Norcia, Subiaco e Montecassino. Si tratta di un percorso pieno di emozioni che si possono assaporare, dove i piccoli borghi e l’enogastronomia giocano un ruolo chiave.

Vini e cammini - Trekking

È ormai noto, come gli itinerari lenti siano potenti generatori di ricadute economiche, occupazionali, sociali e culturali sulle comunità, in grado di offrire opportunità a chi in quei territori vive, a chi ha un’impresa, un’azienda agricola o intenda operare nei servizi specializzati al turista lento. Gli itinerari di turismo lento contribuiscono molto allo sviluppo locale. La rete di cammini religiosi in Italia, indubbiamente costituisce una rilevante opportunità di sviluppo.

Cammini religiosi in Italia

Lo è perché può stimolare il senso d’appartenenza dei residenti contrastando lo spopolamento dei borghi. E’ importante agire, per restituire centralità alle aree interne e ai luoghi in parte abbandonati e attivare la consapevolezza della tutela e valorizzazione del patrimonio agricolo e forestale, storico, artistico e culturale al di fuori delle mete più battute dal turismo, sostenere lo sviluppo dei servizi alla persona e al turista offrendo occasioni di occupazioni in ambito agricolo e turistico, favorire sinergie e collaborazioni tra Enti e Privati grazie alla coesistenza lungo il medesimo itinerario fisico o immateriale.

Vini e cammini 
 - Escursionismo

Il progetto sostenuto dal Ministero del Turismo, porterà l’attuazione di interventi lungo i tracciati dei cammini religiosi di San Francesco, San benedetto e Via Lauretana. Il tutto creando una sinergia coesa e produttiva, tra turismo ed agricoltura, promuovendo al contempo i cammini e le produzioni enogastronomiche che si trovano sui territori attraversati da questi percorsi.

I Cammini religiosi – Vini e cammini

Un potenziale turista può partire da Norcia, arrivando a scoprire il Lazio a Leonessa, bandiera arancione del Touring Club. Attraverso estesi boschi di faggio si continua verso Poggio Bustone, poi Rieti e risalendo il fiume Turano si arriva sotto il castello delle Metamorfosi di Rocca Sinibalda. Arroccato sul lago del Turano ecco poi Castel di Tora, uno dei “borghi più belli d’Italia”.  Da lì, attraversando la montagna che sovrasta il lago del Turano, e poi Orvinio, nella Riserva naturale dei monti Lucretili, zone comprese del territorio dell’olio di Roma IGP. Poi ancora la valle dell’Aniene, le grotte ove Benedetto ha vissuto e Subiaco dove incastonato tra la roccia è collocato il Santuario del Sacro Speco. E questa è solo una piccola parte di ciò che si può coprire.

Vini e Cammini, un turismo lento attraverso le regioni ultima modifica: 2024-04-19T07:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x