Conferenze presso la casa del Combattente con nuovi documenti - itLatina

itLatina

EDIFICI STORICI ONLUS

Conferenze presso la casa del Combattente con nuovi documenti

Agro Pontino

Conferenze presso la casa del combattente; riguardo “La guerra degli italiani”. Continua la rassegna di conferenze con grande interesse. Solo pochi giorni fa, si è quindi tenuto il quarto appuntamento della rassegna. Che sarà lunga e dipanandosi nel tempo; consentirà di far emergere nuovi documenti già stanno facendo scalpore.

Conferenze presso la casa del combattente

La rassegna ha avuto inizio inaugurata lo scorso 23 Aprile. Sarà alla presenza delle massime autorità civili e militari; territorialmente competenti. Molti giovani soprattutto; possono così conoscere pagine storiche ai più sconosciute. La quarta conferenza, di grandissimo rilievo e risonanza; sul “Dossier Segreto dei Crimini Francesi “Le Marocchinate”. A cura dell’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate Onlus (cfr. ANVM); con relatore il Dott. Emiliano Ciotti (Presidente Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate Onlus) è stata rivelativa.

Conferenze presso la casa del Combattente  - casa del combattente

Lo avevamo anticipato; poiché avevamo avuto modo di intervistare Ciotti. Altresì, durante la conferenza; è intervenuto, altresì, l’Avv. Simone Di Leginio (Presidente Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Federazione Provinciale di Latina. Nonché Sezione di Latina “Ten. Col. Gelasio Caetani”; Componente di Giunta Esecutiva Nazionale). Nuove ricerche, nuove testimonianze e soprattutto nuovi documenti; arricchiscono i capitoli di una storia recente. Oggi uno storico lavora come un investigatore e spostando polverosi libri, la storia si svela.

Emiliano Ciotti Presidente Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate Onlus

La conferenza si annunciava come pregna, importante per le ricostruzioni; e c’era molta attesa e curiosità. Dettagliata e pregevole, alla presenza di una numerosa e partecipata rappresentanza cittadina. La ricostruzione storica operata dal Dott. Emiliano Ciotti; è frutto delle sue accurate ricerche operate negli anni ha toccato corde sensibili. Le vicende riguardo le abominevoli violenze perpetrate dalle truppe coloniali Francesi (c.d. “Marocchinate”). Inquadrate nel Corpo di Spedizione Francese in Italia; (cfr. Corps Expéditionnaire Français en Italie = C.E.F.) tra il luglio 1943 ed il gennaio 1946 sono molto più complesse, gravi di quanto molti libri raccontano.

Conferenze presso la casa del Combattente  - Di leginio interviene

Si sono dipanate colpendo vittime, relative alla popolazione civile di Sicilia, Campania, Lazio, Abruzzo; Toscana, Sardegna, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. Si è a lungo disquisito sui crimini di guerra a danno dei militari italiani prigionieri nei campi di concentramento francesi. Ma anche in Francia ed in Africa Settentrionale, durante il Secondo Conflitto Mondiale.

Corps Expéditionnaire Français en Italie

I Media nazionale sono richiamati a dare una narrazione più definita; più integra, con i tasselli aggiunti dallo storico Ciotti. Stiamo parlando di una pagina “buia” e “dolorosa” della nostra storia contemporanea; che ha tristemente interessato anche il nostro territorio provinciale, dell’agro pontino, come del frusinate. Una realtà che non può e non deve essere sottaciuta; minimizzata né tantomeno negata. Le ultime vittime in vita, con fatica hanno raccontato e lo hanno fatto reclamando non solo giustizia; ma il diritto di essere riconosciuti e in qualche modo di esistere.

Conferenze presso la casa del Combattente  - Conferenze a Latina

Vi è un urlo muto, che domanda tra le lacrime calde che ancora sanno di sale; quel sentimento di “verità” e “giustizia” che ancora oggi, a distanza di quasi 80 anni da quei tragici eventi. Lo chiedono le vittime ed i loro familiari. C’è ancora chi nega l’esistenza delle c.d. “Marocchinate”, cosa che equivale a negare una parte di storia nazionale.

Simone Di Leginio (Presidente Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Federazione Provinciale di Latina

Ragion per cui l’evento svoltosi nella casa del combattente; ben s’inserisce nella rassegna denominata “1940-1945: La Guerra degli Italiani”. Lo fa con lo specifico intento di dare “voce”; a verità storiche ancora parzialmente negate o peggio dimenticate. Onorando la memoria delle migliaia di vittime di quei tragici eventi; perpetrate ai danni della popolazione civile. Negare o minimizzare quei fatti da parte di quel determinato esercito; fa tornare la memoria agli eccidi di Crespino ad esempio con la calata Napoleonica, che fece una strage di innocenti. Oppure sempre le truppe francesi; trucidarono molti altri civili a Frosinone e dei frati inermi nell’Abbazia di Casamari. No, l’aggressione a civili, in qualunque epoca va denunciata; si deve chiedere di renderne conto. Inoltre, è stato all’Avv. Simone Di Leginio a trarre le fila della conferenza; dedicando infine, assieme ai presenti, un partecipato minuto di raccoglimento. Dedicato in memoria delle vittime delle c.d. “Marocchinate”.

La Divisione Folgore nella Battaglia di El Alamein – Conferenze presso la casa del Combattente

Orbene, il prossimo evento della rassegna “1940-1945: La Guerra degli Italiani”; ci sarà sabato 9 Luglio, alle ore 17:30. Con il titolo “La Divisione Folgore nella Battaglia di El Alamein”. A cura dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia (A.N.P.d’I.). Sarà posticipato a data da destinarsi; a causa del concomitante impegno della richiamata Associazione, presso il Comune di Filottrano (AN). Per la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria; al reduce Luigi Tosti. Luogo teatro della c.d. “Battaglia di Filottrano” del Giugno-Luglio 1944. A cui lo stesso prese parte all’epoca; inquadrato nella Divisione Paracadutisti “Nembo” del “Corpo Italiano di Liberazione”.

Conferenze presso la casa del Combattente con nuovi documenti ultima modifica: 2022-07-01T07:00:00+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x