Feste romane di Gennaio, quando tutto cominciava - itLatina

itLatina

STORIA USI E COSTUMI

Feste romane di Gennaio, quando tutto cominciava

Feste romane di Gennaio - Colosseo in foto

Feste romane di Gennaio, che seguivano dopo il solstizio d’inverno. Ancora oggi gennaio è pieno di tradizioni e direi anche febbraio, che prevedono il falò di un fantoccio che rappresenta la stagione invernale morente.

Feste romane di Gennaio

Anche le Isole Britanniche pregne di cultura romana, hanno ognuna il suo rogo dal nome particolarissimo con cui salutare l’inverno. Il fuoco purifica e ricorda il calore del sole, quasi a volerlo evocare. Mentre la cenere che resta rende fertile la terra. Nonostante per alcune autorità religiose l’inizio del nuovo anno rimanesse a marzo, mese del dio Marte, gennaio aveva assunto un’importanza simbolica rilevante.

Feste romane di Gennaio - Larario in foto

Il primo mese dell’anno dedicato a Giano, il dio bifronte protettore dei luoghi di passaggio fisici ed astratti, rappresentava la “doppia faccia” di ogni scelta. Egli guardava contemporaneamente al passato e al futuro, quindi due scelte. A Giano si sacrificava solennemente un ariete nell’oscura festa degli Agonalia, la cui origine risaliva ai tempi della fondazione di Roma. Lo scopo esplicito era propiziarsi la protezione dell’Urbe da parte di una divinità specifica. Nei giorni successivi alle calende si celebrava anche una famiglia ben precisa di Lares.

Agonalia

Questi erano divinità minori legate ad un luogo. Ogni casa, ogni quartiere, ogni campo era tutelato da un Lare diverso e preciso. In questo caso i primi giorni di gennaio erano dedicati ai Lares Compitales, quelli che proteggevano gli incroci delle strade. La festa dell’Amburbium è ancora più misteriosa a causa delle poche fonti a disposizione.

Feste romane di Gennaio - Tempio Di Ercole a Roma

Possiamo collocarla nella famiglia di riti cosiddetti di lustratio; cioè di purificazione dell’area all’interno di un certo perimetro, generalmente una città o un accampamento. In questo caso particolare la cerimonia prevedeva la tutela di Roma stessa. La data era intorno al nostro 11 gennaio, ma non siamo certi che si tenesse annualmente. Sicuro è che il rito venisse ripetuto nei momenti considerati cruciali per la difesa delle mura della città. Ad esempio mentre un nemico si avvicinava. Questo implica che il valore simbolico del rituale che si teneva era molto rilevante.

I Lares- Feste romane di Gennaio

Lo era al punto che si poteva rinnovare anche in altri momenti. Gennaio era il mese dal valore più propiziatorio per il futuro. L’Amburbium prevedeva di portare in solenne processione tre animali (una pecora, un maiale e un toro) intorno al perimetro delle mura di Roma, prima di sacrificarli. Subito dopo venivano i Carmentalia (11-15 del nostro gennaio), altro rito antichissimo, legato alle ancestrali Dee Madri.

Feste romane di Gennaio - Vassoio

Si celebrava la dea-ninfa Carmenta, protettrice del parto dalle capacità profetiche. Anche la sua natura era doppia, come quella di Giano. Poi c’erano le celebrazioni dedicate ai raccolti: durante le Sementivae (24, 25 e 26 gennaio). I Romani chiedevano a Tellus e Cerere (divinità legate alla terra e alla fertilità) di proteggere e far crescere forti i semi che erano stati sparsi sui campi fino a quel momento. Alle dee erano sacrificate scrofe incinte e focacce rituali realizzate appositamente per l’occasione.

Carmentalia – Sementativae

Ciò che era venuto dalla terra, a lei ritornava. In ultima analisi, gli antichi, dopo essersi assicurati che il sole fosse “rinato”, si premuravano quindi di proteggersi e prepararsi a proseguire il ciclo, chi con più paura, chi con ottimismo. E ricordare la frequenza di tali celebrazioni, accostata alla loro uguale importanza, potrebbe forse aiutare anche noi a non confinare i buoni propositi solo nei primi giorni dell’anno.

Feste romane di Gennaio, quando tutto cominciava ultima modifica: 2024-01-20T07:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x