I LATINENSI RACCONTANO LATINA

itLatina

Ninfa e i suoi giardini patrimonio di incantevole bellezza

Foto Aggiungi Gallery

ninfa - i bellissimi giardini

Ninfa, detta la Pompei medievale, è un incanto, un set medievale che incanta sempre i turisti. La città abbandonata in epoca antica, oggi si presenta come un meraviglioso, rigoglioso giardino, che necessita di moltissime cure; poiché ci sono moltissime specie di alberi, fiori, piante che si sono acclimatate. Questo giardino, che si trova a Cisterna di Latina, al confine con Norma e Sermoneta, è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio. È un giardino storico di fama internazionale. Si tratta di un tipico giardino all’inglese, iniziato da Gelasio Caetani nel 1921, nell’area della scomparsa cittadina medievale di Ninfa, di cui oggi rimangono soltanto diversi ruderi, alcuni dei quali restaurati durante la creazione del giardino. Il Giardino di Ninfa è un parco da fiaba, tra laghetti, fiori colorati, angoli che sembrano rubati al Paradiso Terrestre, fontane e piante tropicali. I primi abitanti arrivarono nell’VIII secolo, quando l’Imperatore Costantino V

Sermoneta

Egli concesse a Papa Zaccaria questo terreno fertile L’habitat è formato dal fiume Ninfa, da un lago e da tante piante. A ricordo del passato storico rimangono i ruderi di numerose chiese: San Giovanni, San Biagio, San Pietro fuori le mura, San Salvatore e Santa Maria Maggiore, che spuntano dietro le antiche siepi e si confondono con la natura circostante e rigogliosa, ma danno un aspetto molto romantico e suggestivo al giardino. All’interno del giardino di otto ettari si possono ammirare 1300 specie di piante tra cui 19 varietà di magnolia decidua, betulle, iris acquatici e aceri giapponesi. A primavera, i ciliegi ornamentali fioriscono creando un panorama davvero unico in tutto il Lazio e assolutamente spettacolare. Dal 1976 è stata istituita un’Oasi del Wwf a sostegno della flora e della fauna del luogo.

fonte foto – Simona Aiuti

Ninfa e i suoi giardini patrimonio di incantevole bellezza ultima modifica: 2019-10-24T20:44:46+02:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top