ARTE PERSONAGGI

Tiziano Ferro, talentuoso figlio prediletto di Latina

tiziano Ferro - Ferro mentre canta

Tiziano Ferro nasce il 21 febbraio 1980 a Latina, da papà Sergio, geometra, e mamma Giuliana, casalinga. La musica accompagna da sempre la sua vita, e rivela ben presto un’imponente voce da baritono. Non tutti sanno che Tiziano si esibisce e canta principalmente da tenore, forzando e dovendo poi fare esercizi per lo sforzo non indifferente; una bella tempra e una notevole determinazione! Rende Latina fiera con la sua partecipazione a San Remo da ospite, poiché devolverà il suo compenso ad associazioni benefiche pontine”

Tiziano Ferro da Latina a Rosso relativo

Studia chitarra per sette anni, imbracciandola in seconda elementare. Si cimenta con la batteria e anche con il piano. Arrivano gli anni novanta e il ragazzo con una voce notevole, la affina studiando doppiaggio, lavorando come speaker in alcune radio locali di Latina. Canta gospel, esplorando un mondo che gli è molto congeniale. La vita del ragazzo di Latina però, cambia radicalmente quando conosce Alberto Salerno e Mara Majonchi, lungimiranti produttori musicali, che vedono qualcosa di straordinario in quel ragazzo di 111Kg!

Tiziano Ferro - Tiziano in bianco
fonte foto Wikipedia – riverblog – Flickr – CC BY 2.0

L’ascesa di Tiziano è veloce, e nel 2001 firma con la EMI, pubblicando il suo primo singolo “Xdono”, che arriva primo in classifica; tra i più venduti in Europa. L’album d’esordio, “Rosso relativo”, rimane altissimo nelle vendite per sette mesi, pubblicato in quarantadue nazioni, triplo disco di platino in Italia, doppio in Svizzera, Spagna e Germania e disco d’oro in Francia, Turchia e Belgio.

Festivalbar e la consacrazione

Il 2001 si chiude con l’esibizione trionfale live di “Natale in Vaticano”, dove Tiziano canta accompagnato da un coro gospel di New York. Allo show partecipano, fra gli altri, Elisa, Cranberries e Terence Trent D’Arby. Esce “Imbranato” anche questo in esclusiva per le radio! A maggio del 2002 esce “Rosso relativo”, che in tutto il mondo supera il milione di copie vendute. Anche i cinque singoli del disco raggiungono il milione di copie in modo sbalorditivo. “Rosso relativo” diventa il tormentone estivo e Tiziano Ferro è premiato al Festivalbar come miglior artista esordiente.

Tiziano Ferro mentre si esibisce
fonte foto – Wikipedia – pubblico Dominio

Il 2002 è un anno di grandi concerti oceanici per Tiziano Ferro. Il tour italiano parte a gennaio e si conclude a settembre con un trionfale live allo stadio di Latina con sedicimila spettatori; l’incasso viene devoluto in beneficenza. Molte le date anche in Spagna, Germania, Francia, Olanda, Belgio. L’album “Rosso relativo” è stato inciso anche in spagnolo.

Tiziano Ferro ai Latin Grammy

Nel 2002 lo stesso album è pubblicato negli Stati Uniti e in Sud America. “Imbranato” diventa numero uno in Brasile e “Perdono” raggiunge il terzo posto. Nel 2003, dopo alcuni showcase a Miami, Città del Messico e San Paolo del Brasile, arriva un altro importante riconoscimento: Tiziano è in gara per i Latin Grammy 2003 di Miami come “miglior esordiente”.

Tiziano Ferro - Los Angeles
fonte foto – Pixabay

Il sette novembre esce in Italia il secondo album di Tiziano Ferro: “111 Centoundici”, un album autobiografico pieno di significato, in cui Tiziano elabora e racconta momenti topici della sua evoluzione artistica. I singoli “Sere nere” e “Non me lo so spiegare” svettano velocemente. Tiziano partecipa con Jamelia, cantando “Universal prayer” primo singolo di “Unity”, album ufficiale delle Olimpiadi di Atene 2004. Dopo le nomination come “Best Artist” ai MTV Latin Music Awards, e “Best Male Artist” così come ai Mexican Grammy Awards, nel 2006 esce l’album “Nessuno è solo”.

Laura Pausini e Tiziano Ferro

Il lavoro esce in quarantaquattro paesi contemporaneamente. Il successo di “Dimentica”, e “Ed ero contentissimo”, così come “Ti scatterò una foto”; o “Non me lo so spiegare con Laura Pausini”, “E Raffaella è mia” sono un successo dopo l’altro. Nel 2008 esce “Trent’anni e una chiacchierata con papà”, un libro autobiografico che il cantautore sentiva di dover elaborare e far uscire. La cavalcata da un successo all’altro continua nel 2011 e s’intitola “L’amore è una cosa semplice”. Il talento di Tiziano Ferro continua a stupire e a confermarsi, niente male per quel ragazzo di Latina!

foto di copertina – Daniele Cortinovis – Wikipedia – CC BY-SA 4.0

Tiziano Ferro, talentuoso figlio prediletto di Latina ultima modifica: 2020-02-03T08:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

To Top