itLatina

ASSOCIAZIONI NEL MONDO

Fast Track Cities, Latina aderisce alla dichiarazione di Parigi

Fast Track Cities - Lotta Aids con i farmaci

Il comune di Latina serra le fila nella lotta all’HIV. Orbene Latina aderisce alla rete Fast Track Cities. La firma del protocollo internazionale che si è tenuta alle 16 del 17 dicembre, in diretta streaming, ha sancito un momento storico. Al riguardo, il Sindaco di Latina Damiano Coletta, ha sottoscritto un impegno importante, rappresentando la città di Latina.

Fast Track Cities

Già Littoria, oggi Latina, entra così a far parte della rete Fast Track Cities. Si tratta della partnership globale tra città, e municipalità di tutto il mondo e ha quattro partner principali. Parliamo di IAPAC (International Association of Providers of AIDS Care), UNAIDS (United Nations Programme on HIV/AIDS), UN-Habitat (United Nations Human Settlements Programme) e la Città di Parigi.

Fast Track Cities - Stop Hiv con maratona

Putroppo il momento globale riguardo la pandemia, sta facendo pericolosamente abbassare la guardia rispetto patologie gravi. Non possiamo esimerci dal ricordare quanto possa fare la prevenzione, lo screening, e se non se ne parla, non vuol dire che certe malattie siano scomparse, anzi. Fast Track Cities, è una importante iniziativa lanciata in occasione della conferenza mondiale AIDS nel 2014. Permette alle città di tutto il mondo di aderire a una rete internazionale che offre la possibilità di condividere azioni locali per porre fine all’Aids.

Fast Track Cities e IAPAC

Si spera di sconfiggere così altre epidemie entro il 2030, facendo fronte comune. Sottoscrivendo la Dichiarazione di Parigi, la città di Latina entra nella rete impegnandosi a raggiungere gli obiettivi del progetto a breve e lungo termine. Ci riferiamo nello specifico a 90-90-90 entro il 2020: 90% di persone con Hiv; che conoscono il proprio status. Inoltre 90% delle persone che conoscono il proprio stato e sono in terapia antiretrovirale; ma anche a 90% di persone in terapia che raggiungono la soppressione virale.

Fast Track Cities - Lotta Aids con immagine evocativa

Ma anche ancora la formula 95- 95-95 entro il 2030. Il 95% di persone con Hiv che conoscono il proprio status. Il 95% delle persone che conoscono il proprio stato e sono in terapia antiretrovirale. Infine il 95% di persone in terapia che raggiungono la soppressione virale. Secondo il protocollo d’intesa, Latina si impegnerà a favorire lo scambio e il raccordo tra le Associazioni coinvolte.

HIV dichiarazione di Parigi Bertrand Audoin

La Asl e IAPAC, lo faranno organizzando incontri con tutti i soggetti firmatari della dichiarazione e coordinandone le iniziative. La firma è avvenuta nell’ambito di un evento che è stato trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comune, giovedì 17 dicembre, alle ore 16.00. E’ stato un momento storico; al quale hanno preso parte oltre al Sindaco Damiano Coletta; anche il Vice Presidente IAPAC, Bertrand Audoin, che ha firmato per conto di IAPAC.

Fast Track Cities - Mascherina Azzurra contro i contagi

Hanno partecipato inoltre: Giorgio Casati, Direttore Generale della Asl di Latina; Miriam Lichtner, Dirigente del Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale civile Santa Maria Goretti. Presenti inoltre Valerio Vitale, Responsabile Salute dell’Associazione “Sei come sei – Arcigay Latina”; Luisa Mobili, Consigliera comunale e referente per Latina. La lotta a una pandemia semi dimenticata in questo periodo deve riprendere vigore, poiché abbassare la guardia può essere molto pericoloso.

Fast Track Cities, Latina aderisce alla dichiarazione di Parigi ultima modifica: 2021-01-04T09:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x